File 13-07-16, 14 40 09 (1)

Chi siamo

SIAMO DUE PERSONE APPASSIONATE DI CUCINA

Ad accogliervi ci sarà il nostro maitre Matteo Scarso, al quale si riconoscono grandi capacità organizzative, doti di cortesia acquisite e maturate attraverso un percorso professionale fatto di corsi di perfezionamento e di esperienza sul campo.
Inizia subito, ricevuto il diploma all’ Alberghiero Miretti di Celle Ligure, il suo perfezionamento partecipando a corsi di formazione e di approfondimento che lo vedono dapprima chef de rang presso hotels e ristoranti liguri e non solo, per riuscire a divenire in breve maitre presso ” La Kava” di Bergeggi.
Incontra nel suo percorso lavorativo lo chef Stefano Durante in occasione della apertura a Savona delle ” Officine del Gusto”.
Lavorano insieme e tra i due si instaura un rapporto di reciproca stima professionale.
Dopo un breve periodo di tempo, che lo vede impegnato in backstage catering in fiere in Italia ed all’estero, si convince a condividere con Stefano la bella esperienza al ” Konnubio”.
Buon conoscitore della gastronomia, e della cucina del nostro chef, avvalendosi della sua cultura in campo enologico, sa sempre suggerire il giusto abbinamenti tra bevande e pietanze, assicurandosi della piena soddisfazione dei clienti . A meno che non siate dei veri esperti fatevi consigliare per la scelta dei vini.
Si prende cura e coccola i nostri ospiti dal loro arrivo alla loro partenza, soddisfacendo domande e esigenze particolari. La figura del maitre non è una figura scontata, la si trova solo in locali di medio-alto livello.
La presenza del nostro maitre Matteo è dunque un altro nostro irrinunciabile punto di forza e di distinzione.

Arriva da una lunga esperienza lo chef Stefano Durante, punto di forza del ristorante Konnubio”, ricco di una sua propria filosofia: si possono e si devono condividere le conoscenze e il proprio lavoro. Stefano si appassiona alla cucina quando frequenta la Scuola Alberghiera di Varazze nel 1987 conseguendo la qualifica di commis di cucina, dopo svariate stagioni estive ed invernali tra la riviera ligure e le località sciistiche di Sestriere Claviere e Cervinia, completa  la sua formazione in Svizzera, lavora in alberghi e ristoranti a Morges, Crans Montana e in particolare a Zurigo presso il Zurichberg Hotel , acquisendo in breve tempo una esperienza tale  che nel 2002 lo porterà ad essere Chef della brigata di cucina dell’hotel.

“Tornato in Italia lavora presso il  Grand Hotel di Arenzano come secondo chef in seguito partecipa e riceve riconoscimenti, in particolare lo ritroviamo finalista all’ Oscar della cucina Italiana dove nel 2008 viene premiato dall’associazione Les amis de disciples D’August Escoffier, e partecipa nel 2010 all’edizione del Girogustando Siena.
Diventa executive chef del ristorante Officine del gusto presso Idea Hotel di Savona e del ristorante del  Sea Art di Vado Ligure, esperienza che porta avanti con successo per circa tre anni. Nel frattempo accetta di partecipare all’ Expo 2015 dove conduce per un mese il ristorante della Liguria a Eataly.
“Una esperienza indimenticabile e incredibile; un duro lavoro che è stato un confronto continuo e giornaliero, ma anche l’occasione unica e il grande onore di proporre la cucina ligure su quel grande palcoscenico”.
“E’ al “Konnubio” solo dal giugno scorso ed ha già , meritatamente, riscontrato larghi consensi.
“E’ intuibile quindi che a rendere unica l’esperienza al “Konnubio”, perché di questo si tratta, è proprio il dietro le quinte.
I piatti vengono studiati nei dettagli e realizzati dallo chef  Stefano, braccio, oltre che mente, della cucina che il “Konnubio” è in grado di proporre.
Appassionato ed esperto conoscitore del cibo e delle sue preparazioni, mette la sua esperienza a cominciare dalla scelta delle materie prime. Nella scelta del pesce che arriva sempre fresco più volte la settimana; nella selezione delle farine ( perché pane, grissini, focacce arrivano in tavola fresche direttamente dal nostro forno), e nella scelta degli ortaggi a chilometro zero ( perché la dispensa della cucina è rifornita dagli orti che crescono di fianco  al ristorante).
La linea principale della sua cucina è quella del territorio, nel quale domina la cucina ligure tradizionale, MA…rivista e riproposta con nuovi abbinamenti mai banali e sempre personalizzati.
Ogni piatto porta in scena la dedizione e lo studio oltre ad una piccola esperienza sensoriale che coinvolge vista, gusto e olfatto. Appaga prima di tutto la vista, perché la presentazione dei piatti è curata, ma non serve a distogliere l’attenzione dal passo successivo: il gusto.
“Questi sono i principali motivi che fanno del “” Konnubio”” una realtà che si discosta dalla proposta ristorativa che si abituati a riscontare sul territorio ligure. Siamo convinti che il duro lavoro e la completa dedizione faranno la differenza”Ci auguriamo infine che il “” Konnubio”” possa essere l’inizio di una coinvolgente esperienza rivolta alla gestione sinergica di differenti realtà: seguiteci e vi sorprenderemo!